Letto

Glossario Doghe e Materassi Neoplano

Letto

La composizione di un letto

Nella tradizione occidentale, che come vedremo si differenzia moltissimo, in materia di letti, da quella orientale e mediorientale, il letto è un mobile composto di diverse e numerose parti:

Essenziale è principalmente la rete che ha il compito di sostenere l'intera struttura; essa può essere realizzata in vari materiali.

Non di secondaria importanza è il materasso, la vera e propria parte comoda del letto: esso si pone tra la rete ed il corpo disteso, ed ha dunque la funzione di sostenere il dormiente. La maggior parte dei materassi era realizzata in lana, adesso a molle (sistema ormai superato quello delle molle tradizionali; più diffuso, invece, il più attuale sistema a molle indipendenti/insacchettate che, pur mantenendo il classico sostegno del tradizionale materasso a molle, garantisce una miglior anatomicità del materasso, che si adatta maggiormente al nostro corpo grazie alla struttura a molle indipendenti), ma ne esistono anche alcuni fatti di speciali materiali sintetici ipoallergenici. Tra i modelli più attuali ricordiamo quelli in viscoelastica, i cosiddetti materassi "a memoria di forma", che si adattano alla sagoma del proprio corpo, seguendo le sue linee naturali e garantendo, così, la posizione ottimale della colonna vertebrale quando ci si sdraia sopra; inoltre non esercitano pressioni sul corpo e favoriscono, per questo, una corretta circolazione sanguinea (anatomici, alta traspirabilità grazie alla composizione a cellule aperte, e anti-decubito), quelli anatomici in lattice di gomma, che assecondano perfettamente il peso e le forme naturali di chi vi si distende, garantendo un ottimo sostegno e consentendo una corretta posizione del proprio corpo (tutto questo con un prodotto completamente d'origine naturale) , e quelli ad acqua, realizzati in gomma e riempiti del suddetto liquido, scarsamente richiesti dal mercato, scomodi persino. Esistono oggi, inoltre, materassi a pressione variabile, costituiti da camere interne separate che si gonfiano e sgonfiano alternativamente e sono principalmente utilizzati nei reparti ospedalieri e nelle lunghe degenze per la prevenzione delle ulcere da decubito.


  • Non sempre presente, il cuscino è un piccolo spessore morbido che si interpone tra il materasso e la testa di chi dorme; com'è facile comprendere, la sua funzione è mantenere alzata la testa. Esso è oltretutto realizzato in un materiale più morbido del materasso (piume d'oca,lana,cotone o altre fibre;...ma anche in lattice o in viscoelastica), onde evitare il poco confortevole contatto, durante il sonno, del viso con il materasso. Esistono, però, anche modelli anatomici che, grazie alla loro forma sagomata, sostengono la cervicale, consentendo una corretta posizione della colonna vertebrale ()
  • D'inverno possono essere presenti sui letti le lenzuola e le coperte, che servono a tenere al caldo chi riposa; essi possono essere fatti di diversi tessuti, ma i preferiti sono il cotone per le prime e la lana per le seconde. Non rara è la termocoperta, un esemplare elettrico di coperta che sprigiona calore grazie ad una resistenza interna che si oppone al passaggio dell'elettricità: esse sono dotate di termostato, così che si possa dormire alla temperatura desiderata.
  • Infine, è sempre da apprezzare il ruolo estetico dei coprirete, dei coprimaterasso e dei copriletto, spesso decorati in varie fantasie, che ricoprono ognuno la parte del letto da cui prendono il nome.

L'evoluzione del letto attraverso il tempo e lo spazio

Nella preistoria, il letto consisteva in nient'altro che un mucchio di foglie o paglia approssimativamente accumulate in vicinanza di una fonte di calore; in casi particolarmente disagiati, poteva essere utilizzata a quello scopo anche la nuda terra. Ma l'evoluzione culturale, mossasi attraverso la Mesopotamia, l'Egitto e la Grecia, produsse in seguito giacigli formati da tessuti ripieni di una sostanza morbida, come ad esempio la lana, per le persone di stirpe nobiliare; nei paesi mediorientali come in quelli indiani era invece di uso comune per il popolo il dormire su di un tappeto. Nodo nevralgico del progresso nel campo dei letti fu poi, all'epoca di Roma, il triclinium, molto più simile ai mobili moderni ma non progettato esclusivamente per dormire: era infatti utilizzato dalle persone più importanti come senatori o consoli anche in occasione di banchetti o di riunioni. Nel corso del Medioevo, mentre per le casate reali del Nord Europa nascevano il guanciale ed il letto a baldacchino, esclusivamente riempiti di piume d'oca, i ceti inferiori ed in particolare i pastori cominciarono ad utilizzare il suddetto materasso di lana; chi non aveva risorse economiche sufficienti ad acquistarlo era costretto a dormire su semplici sacchi pieni di paglia. Quando, dopo la scoperta dell'America, si cominciarono a coltivare le piante di mais, le foglie di tale vegetale sostituirono in vari casi la paglia dei materassi, producendo così un oggetto più comodo ma anche più rumoroso del precedente, a causa dello schiacciamento delle dure fibre che compongono le foglie. Nel corso dei secoli, il letto delle classi superiori divenne alla portata dei ceti medio-bassi, diffondendosi così in tutte le abitazioni; l'ultimo gradino dell'evoluzione fu raggiunto nel Novecento, nel momento in cui i materiali sintetici si sostituirono a quelli naturali da sempre adoperati dall'uomo per garantirsi un buon riposo.

Tipi di letto

In Italia i letti si classificano comunemente in cinque categorie, a seconda della loro larghezza:

  • letto a una piazza o letto singolo: largo 80-90 cm, confortevole per una persona sola;
  • letto a una piazza e mezza: largo 120 cm;
  • letto a piazza francese: largo 140 cm;
  • letto a due piazze o letto matrimoniale: largo 160-180 cm e
  • letto a tre piazze o letto osimano: largo 200-400 adatto per tre persone mamma papà bambino piccolo.
  •  

Fonte: Wikipedia - Testo disponibile secondo licenza Creative Commons

Torna al glossario

Carrello

Nessun prodotto


Totale 0,00 €

Carrello Prosegui

 

Calcola Spedizione

Paga in comode rate mensili: finanziamento con pagamento rateale per reti a doghe, letti, materassi - Neoplano Doghe e Materassi

 

Usufruisci del Bonus Mobili 2014 per l'Arredamento della Camera da Letto acquistando Materassi, Reti a Doghe e Letti Neoplano

 

Offerta Straordinaria Rete a Doghe in Legno Elettrica Motorizzata Comfort Ortopedica in Legno Singola e Matrimoniale con Materasso e Guanciale Inclusi

 

Iscriviti alla NewsLetter Gratuita sul Dormire e Ricevi un Buono Sconto Immediato!
Richiesto